Judo. Bouchart e Muzzin insieme per diffondere il metodo della scoperta guidata

Prosegue la stretta collaborazione fra la Polisportiva Villanova Libertas e la scuola francese del maestro V dan e tecnico della Federazione Francese Jean Charles Bouchart. È stato accompagnato quest’anno anche dal maestro Sylvain Regnier e saranno ospiti del Palazen fino a fine ottobre.

L’allenatore francese, che è un’istituzione nel paese in cui il judo è quasi lo sport nazionale, da oltre vent’anni collabora con Edoardo Muzzin, deus ex machina della Polisportiva, per spiegare il suo particolare metodo pedagogico, quello della “scoperta guidata”, a tutte le associazioni judoistiche del pordenonese.

Metodo della scoperta guidata

Il Maestro ha infatti rivoluzionato il modo di insegnare il judo ai bambini, sviluppando una didattica che permette agli allievi di “inventare” di volta in volta la tecnica richiesta.

L’istruttore, invece che mostrare una particolare forma da imitare e ripetere, mette il giovane atleta in condizione di fare naturalmente il gesto richiesto nella maniera corretta. L’assoluto cambio di prospettiva permette al principiante di imparare spontaneamente e riuscire a fissare con più facilità ed efficacia ogni movimento.

Da quando oltre 20 anni fa Muzzin venne a conoscenza di questo metodo innovativo di insegnamento del judo, ne fu subito affascinato e da allora lo propone ai suoi allievi della Polisportiva Villanova ed a quelli di tutte le associazioni sportive nate sotto la sua ala, come il Judo Libertas Porcia, Crescere sul Tatami e il Judo Libertas Cordenons.

Obiettivo finale di questi incontri sarà la pubblicazione di un testo che illustri il metodo della scoperta guidata, messo a punto grazie anche alla collaborazione tra il maestro Bouchart e Edoardo Muzzin.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: